SUSSURRI A MEZZANOTTE

Blog

Una lode ed un ringraziamento particolare vanno a Stefania Romito ed alle sue innumerevoli iniziative.

Nel complesso panorama editoriale italiano, la visibilità di un giovane autore che decida di affacciarsi sul mercato con la sua opera prima risulta inevitabilmente scarsa, se non addirittura nulla.
Nonostante la buona volontà, nonostante la fiducia nelle proprie capacità e, purtroppo, nonostante le qualità che potrebbero nascondersi nel suo lavoro, un nuovo giovane autore ha dalla sua davvero pochissime armi per conquistare la fiducia di potenziali lettori.

Di nuovo una buona giornata a tutti.

Sono lieto di comunicare la pubblicazione della mia intervista rilasciata a Stefania Romito, sulla rivista multimediale di informazione e promozione della cultura e del “made in Italy” ITALIANAMENTE.

Ringrazio Agnese Monaco, Stefania Romito e tutti coloro che hanno reso possibile questa pubblicazione per la possibilità messa a disposizione.
Un ringraziamento ancora più sentito è assolutamente doveroso, per il fatto di essere il primo autore del gruppo “Ophelia’s Friends” ad inaugurare questa lodevole iniziativa divulgativa e di promozione culturale.

Una buona giornata a tutti.

Ringraziando la gentilezza e la disponibilità di Ornella Calcagnile, ho il piacere di sottoporre alla vostra attenzione un estratto di una mia intervista del 20 gennaio 2016, che ritengo particolarmente interessante per gli spunti legati al significato di UN DOLORE OSCURO e, più in generale, alle caratteristiche distintive del mio modo di scrivere.

L’intervista completa è disponibile all’indirizzo:

http://peccati-di-penna.blogspot.it/2016/01/intervista-giuseppe-calzi.html

Non mi dilungo oltre e lascio “parlare” le mie stesse idee.

[…]

Ammetto di essere stato molto emozionato, eppure l’esperienza è stata bellissima ed entusiasmante, una grandissima occasione per far conoscere le mie idee, il mio modo di scrivere e le mi caratteristiche di autore thriller / horror.

Non saranno mai ringraziate abbastanza persone come Stefania Romito e Pina Bombara (oltre a tutti coloro che hanno contribuito a rendere questa iniziativa una bella realtà).

Il viaggio prosegue, le speranze si affievoliscono e la disperazione sembra prendere il sopravvento.

La malattia divora inarrestabile Ellen nelle carni e nello spirito, mentre Dave scopre suo malgrado che in una situazione come quella il lume della ragione vacilla.
Qualcosa si muove negli spazi tra sogno e realtà, qualcosa di inconcepibile ma pericoloso si sta per mostrare a Dave. E quel qualcosa non lascia presagire assolutamente nulla di buono…

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.