SUSSURRI A MEZZANOTTE

Blog

Credo che il termine ‘copertina’ riferito ad un buon libro sia riduttivo.

Di cosa ha bisogno un romanzo per evocare, tramite una sola immagine, il suo contenuto?

Ebbene, non solamente di una copertina che lo rivesta, ma di un involucro che allo stesso tempo lo conservi e lo rappresenti nel profondo: un abito. Dico questo perché mentre UN DOLORE OSCURO era ormai revisionato e impaginato, il pensiero di doverne creare una degna copertina - un abito - iniziava a farsi assillante e tale da creare una certa ansia, una forte aspettativa. Sì, perché in testa l’input c’era sempre stato:

Ogni scrittore, ogni autore e più in generale chiunque si diletti nell’arte della scrittura, trasferisce nelle proprie opere qualcosa di sé, qualcosa del proprio modo di vedere, di provare sentimenti, qualcosa che probabilmente nella vita di tutti i giorni può apparire in modo velato e assai meno pronunciato di quanto possa emergere in un racconto o in romanzo.

Spesso, questa sorta di trasposizione o proiezione, si rispecchia marcatamente nelle atmosfere, nelle ambientazioni, nelle relazioni tra i personaggi e soprattutto nella caratterizzazione dei personaggi stessi.

E’ sicuramente il caso di Ophelia Moris, personaggio seducente, talentuosa e dotata di estrema intelligenza e sagacia, protagonista dell’omonimo serial thriller frutto della passione e del talento di Stefania Romito.

L’incubo (quello vero, non quello che ti sfiora, si prende gioco di te e poi se ne va anonimo nel sonno) stava appena cominciando, il meglio era alle porte.

Caro lettore proprio così, il meglio è alle porte.

Ci eravamo lasciati con Ellen che ha appena scoperto di dover lottare per la sua vita, contro una malattia subdola, una malattia lacerante e apparentemente imbattibile, impegnata in una guerra mortale e che lascia ben poche speranze. Suo marito Dave non ha nessuna intenzione di mollare; vuole assolutamente percorrere qualsiasi strada percorribile che possa salvare la sua adorata Ellen. Inizierà così un lungo viaggio che vedrà impegnati i due coniugi, ed in particolare Dave Metzelder, su fronti anche ai limiti dell’immaginabile. Ma sarà davvero la donna a dover essere salvata?

Ci tengo a ringraziare tutti i lettori che mi hanno voluto accordare la loro fiducia, oltre ovviamente a tutti quelli che acquisteranno il mio romanzo in futuro.

A distanza di un mese dalla pubblicazione e dall’esordio, UN DOLORE OSCURO si mantiene all’interno della TOP 100 dei libri di genere horror su amazon.it. Un risultato questo che mi riempie di orgoglio e che rappresenta un traguardo molto significativo; mantenersi su certi livelli, all’interno di in una graduatoria che contempla decine di migliaia di volumi, significa dimostrare una costanza di risultati che va ben al di là di semplici posizioni altisonanti raggiunte a brevissima distanza (qualche ora o pochi giorni) dalla prima pubblicazio, e che spesso sono dovute all’acquisto contemporaneo di una manciata di copie di e-book o poco più.

Comunico a tutti i lettori che, in occasione delle imminenti e tanto attese festività natalizie, per il periodo tra il 20 novembre 2015 ed il 10 gennaio 2016, l'edizione cartacea e l'edizione e-book de UN DOLORE OSCURO saranno acquistabili ad un prezzo promozionale più basso rispetto al normale costo.

Per scoprire i prezzi aggiornati, collegatevi alla piattaforma di Amazon all'indirizzo http://www.amazon.it/UN-DOLORE-OSCURO-Giuseppe-Calzi-ebook/dp/B0184BZSYY

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.